Approvato il PAT. Il Sindaco: ai???Un futuro di rispetto per i nostri concittadini e i nostri paesi”.

COMUNICATO STAMPA
18 Luglio 2015 – Sona (Verona)
Il 3 Luglio A? stato approvato dal Consiglio Comunale il PAT, la vera e propria carta che disegnerAi?? lo sviluppo insediativo residenziale, produttivo e commerciale del Comune per i prossimi dieci anni.
ai???Eai??i?? un successo ai??i?? dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi ai??i?? che testimonia il rispetto che vogliamo avere nei confronti del nostro territorio e di tutti i concittadini che lo vivono. Rispetto che A? iniziato bloccando lai??i??iter del precedente PAT dellai??i??Amministrazione Gualtiero Mazzi, pieno zeppo di errori e secondo noi poco attento al territorio. Tempo e soldi che si potevano usare diversamente. Noi abbiamo avuto il coraggio di sospendere tutto e di riscriverlo con un decimo del costo speso.ai???
Le caratteristiche principali del PAT sono state chiarite in diverse serate a tema, condotte dal Sindaco, dal presidente del Consiglio Roberto Merzi e dalla Consigliera comunale Barbara Bernardi.
ai???Abbiamo puntato molto sullai??i??impatto di sostenibilitAi?? ai??i?? dichiara la consigliera Bernardi – e verificato se le scelte del nostro PAT sono ambientalmente sostenibili, e lo sono: i cittadini lo chiedono e abbiamo lavorato moltissimo per assicurare un futuro equilibrato ai nostri paesi, condividendo a tutti i livelli il nostro pensiero e le nostre azioni. Grazie davvero a tutti.ai???
ai???Questi sono i numeri del dimensionamento del PAT che andiamo ad adottare ai??i?? dichiara il Presidente del Consiglio comunale di Sona Roberto Merzi -. A? un dimensionamento che per i prossimi dieci anni prevede un fabbisogno (potenziale) di 444.500 metri cubi per quanto riguarda il residenziale. A? composto da un residuo di PRG oltre ad un incremento che viene progettato con il PAT. Per quanto riguarda le superfici produttive, il PAT prevede un potenziale ampliamento di 460 mila metri cubi, di cui 261 mila residui di PRG. Quindi passiamo da 600 mila metri cubi di residenziale a 444.500. E per il produttivo anche qui un riequilibrio, con una diminuzione da 667 mila a 460 mila. Direi che questo A? un poai??i?? il riassunto.ai???
ai???Ci abbiamo messo due anni di tempo per rivedere il PAT, – dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi – perchAi?? le cose le abbiamo volute fare bene, e perchAi?? ci siamo accorti che tante questioni che davamo per buone, ereditate dal passato, in realtAi?? non lo erano e quindi le abbiamo dovute rifare. Sorprese che ci siamo trovati. Per questo e altri motivi, A? singolare sentire parlare che facciamo demagogia da parte del precedente Sindacoai???.
ai???Nel marzo del 2013 quando venne discusso in Consiglio comunale il PAT, io ai??i?? ammette il Sindaco – e lai??i??allora consigliere di minoranza Bianco ci arrabbiammo molto, oggi dopo due anni invece sono felice del risultato raggiunto, e ringrazio tutti coloro che hanno collaborato perchAi?? la nostra scelta A? stata di ampia condivisione di maggioranza e minoranza, di addetti ai lavori e di cittadini. Cose mai viste prima! Lai??i??This collection essay writing help of free collaborative web tools is curated by kelly walsh from emerging ed tech.obiettivo raggiunto A? perfettibile, e avrAi?? sicuramente degli interventi e delle modifiche future, obiettivo che A? ben diverso da quello che era stato fatto nel marzo 2013, che era lontanissimo da quello che il territorio voleva, da quello che la gente volevaai??? conclude Gianluigi Mazzi.
Per qualsiasi chiarimento sullai??i??iter del PAT, gli uffici del Comune sono a completa disposizione.

Comments are closed.

Un nuovo futuro perSona

Ci accomuna un bisogno: quello di creare un nuovo modo di appartenere alla comunità.
Una strada concreta fatta di conoscenza, esperienza e analisi, elementi necessari allo sviluppo di nuove proposte solide e realizzabili.

Ci accomuna un forte senso di appartenenza a questa comunità che ci ha sempre visto coinvolti in prima persona in attività di interesse sociale e politico.
Attività che ci hanno preparato e motivato nel voler tradurre in realtà amministrativa un progetto libero dalle tattiche e dalle strategia di partito.

Ci accomuna l’esperienza e la competenza nei diversi settori stimolo per una nuova amministrazione basata su una programmazione attenta dei bisogni quotidiani ed essenziali dei cittadini; sull’ottimizzazione e la valorizzazione delle risorse e sull’identificazione di un programma di sviluppo del territorio.

Ci accomuna la voglia di fare, di provare a creare un futuro che è nostro e dei nostri figli, senza interessi, ma con lo spirito di servizio tipico del volontariato.

Ci muove la speranza di coinvolgere chi, come noi, ha voglia di rompere gli schemi della vecchia guardia politica e vuole rinnovare Sona e e sue frazioni per davvero.