PROGRAMMA

Abbiamo davanti un’opportunità unica per il nostro territorio: creare assieme, ma veramente assieme, l’Amministrazione che verrà. I principi che ci ispirano seguono pochi ma importanti filoni, ma servono soprattutto partecipazione e vicinanza. Tante sono le domande a cui occorre cominciare a dare una risposta.
Abbiamo già dimostrato di avere buon senso amministrativo nelle nostre esperienze nel volontariato locale e con la precedente avventura de L’Incontro nel 2008. Ora è tempo di proporci come forza vera cui affidarsi per dare senso al futuro del comune. La squadra sarà composta da Persone che dedicano il proprio tempo al volontariato e all’associazionismo.
Da persone abituate a decidere insieme e non da sole.

Alcuni punti per noi centrali.

Comune di Sona

Comune di Sona


Territorio

Ognuno di noi opera da anni nel Comune e sa come far coesistere i delicati equilibri di costo, sviluppo e rispetto. Opere pubbliche ferme ad una decina di anni fa, uno sviluppo territoriale (il PAT) che è basato su concezioni superate dalla crisi e comunque non più sostenibili, un ambiente devastato da scelte irresponsabili. Oggi servono paesi vivibili, con servizi adeguati.


Famiglie, Scuola, Servizi, Anziani

Mamme, papà, nonni, bambini hanno a che fare quotidianamente con servizi che si vorrebbero ricchi, efficienti e utili, mentre non lo sono assolutamente. Non è colpa solo della crisi se non si sono fatti progetti: sono le crisi delle idee e del buon senso quelle più preoccupanti. Cosa offriremo ai mille bambini che nei prossimi venti/trent’anni verranno ad abitare nel Comune? Come affronteremo le necessità degli 850 anziani in più oltre agli attuali che avranno bisogno di cure? Per iniziare basta dare priorità diverse: invece di spendere 300 mila euro all’anno di cura del verde investiamo nei servizi per le nostre famiglie.


Associazioni

Il nostro progetto è quello di portare le Associazioni a gestire il territorio, perché sono quelle che lo conoscono e che lo vivono maggiormente. Bisogna inoltre favorire il loro lavoro, ad esempio creando uno sportello unico con il quale relazionarsi con il Comune. Per noi diventano Centro e Riferimento della Comunità.


Sicurezza

Ci sono troppi furti. E’ una sconfitta per l’Amministrazione non porvi rimedio. E’ da garantire una presenza sul territorio della polizia locale in coordinamento con altre forze (carabinieri e polizia). Occorre pensare alla figura del Vigile di quartiere. Occorre favorire la vitalità sociale dei vari quartieri. Più c’è vita in una zona e meno questa si degrada evitando che diventi fonte sia di vandalismo che di criminalità comune.


Negozi, artigianato

Come superare questo momento di crisi? Serve la valorizzazione di una rete urbana commerciale che possa vivere assieme a realtà ormai consolidate come i centri commerciali, puntando sulla qualità. Il negozio di paese, l’artigiano di paese hanno un ruolo diverso dal centro commerciale ma non sostituibile, per i valori che porta.


Agricoltura

Il territorio di Sona, esprime una particolare vocazione agricola. La linea di tendenza in questo settore degli ultimi anni si realizza su un asse strategico che fa riferimento ai prodotti di qualità. Valorizzazione del territorio avvicinando una ben precisa ed interessante tipologia di turismo. Ne deriva quindi anche un conseguente sviluppo dell’economia agricola legata agli agriturismo, ai Bed&Breakfast, alla certificazione Biologica e Biodinamica. Chi crede in questo investe nel futuro.


Industria

Le industrie non sono solo legate a Sona, ma la loro produzione va ben oltre i confini comunali. Favorire un tavolo di lavoro con i Comuni della cintura ovest veronese al fine di poter coordinare ed effettuare azioni di incentivazione e catalizzazione di realtà economiche legate a servizi a più alto valore aggiunto (quali la ricerca o le nuove tecnologie) ad oggi localizzate maggiormente nell’area padovana della nostra regione.


Sport, Benessere

Particolare attenzione a gestire bene le strutture presenti e a programmarne di nuove. Vogliamo un benessere delle persone che non devono “emigrare” nei Comuni vicini per trovare parchi verdi adeguati o cammini o piste ciclabili attrezzate. Le cose bisogna farle, non solo prometterle!

Un nuovo futuro perSona

Ci accomuna un bisogno: quello di creare un nuovo modo di appartenere alla comunità.
Una strada concreta fatta di conoscenza, esperienza e analisi, elementi necessari allo sviluppo di nuove proposte solide e realizzabili.

Ci accomuna un forte senso di appartenenza a questa comunità che ci ha sempre visto coinvolti in prima persona in attività di interesse sociale e politico.
Attività che ci hanno preparato e motivato nel voler tradurre in realtà amministrativa un progetto libero dalle tattiche e dalle strategia di partito.

Ci accomuna l’esperienza e la competenza nei diversi settori stimolo per una nuova amministrazione basata su una programmazione attenta dei bisogni quotidiani ed essenziali dei cittadini; sull’ottimizzazione e la valorizzazione delle risorse e sull’identificazione di un programma di sviluppo del territorio.

Ci accomuna la voglia di fare, di provare a creare un futuro che è nostro e dei nostri figli, senza interessi, ma con lo spirito di servizio tipico del volontariato.

Ci muove la speranza di coinvolgere chi, come noi, ha voglia di rompere gli schemi della vecchia guardia politica e vuole rinnovare Sona e e sue frazioni per davvero.